Le Stanze

 

Foto di Sergio Daniele Donati

Le Stanze rappresentano un modo diverso di avvicinarsi alla scrittura; il tentativo di mettere in relazione ciò che nasce come già completo.
Una forma di dialogo interiore in cui una sottile linea di consapevolezza fluisce tra le parole.

Foto di Noelle Oszwald
Stanze del velo - Tutto ciò che un velo svela, tutto ciò che un velo rivela
_______

Foto di Sergio Daniele Donati
Sottopelle - Il mito parla per le strade
_______

Foto di Sergio Daniele Donati
Stanze della Moabita - C'è un canto antico; saremo capaci d'ascoltarlo
_______

Masaccio - particolare
Stanze de " Masaccio, lo sguardo sull'Altrove - Guardare altrove, sobri. Guardare nell'Altrove
_______

Chagall - particolare
Stanze dell'incontro (dedicato a Marc Chagall) - Un incontro e una promessa
_______

Foto di Sergio Daniele Donati
Stanze della nostalgia - La nostalgia è un filo di lino che viene da lontano
_______

Foto di Sergio Daniele Donati
Stanze della preparazione (notturna) - Cosa ci prepara al sogno? Cosa prepara il Sogno?
_______

Stanze della bellezza - là dove il bello si cela.
_______

Stanze della notte - una voce lontana e sgraziata
_______

Stanze del «Io non ho saputo»  - una frase da sapersi dire
_______

_______

Stanze dell'ovvio - banale a dirsi, meno a scriversi
_______

Stanze della coltivazione - la relazione tra il bello e il vorace.
_______

Stanze del Maestro - un Maestro che conosceva il valore del taglio
_______

Stanze d'Abruzzo - incontrare lenti la bellezza
_______

Stanze della lentezza - la lenta stagione del ritorno
_______

Stanze della parola contratta - la fatica della parola

Stanze della lacrima del bello una lacrima di sale sulla bellezza del mondo

Stanze del "piccolo male" ciò che solo la scrittura permette di ricordare

Stanze d'ospedale: quando il cuore urla, si confessa

Foto e testi
di Sergio Daniele Donati ©
stampa la pagina

Commenti