In evidenza

Kof (in tre versi)

Kof di Sergio Daniele Donati

È imitazione del Sacro ogni nostra parola e
cammina lento, su teste di simulacri, 
il sacerdote del Silenzio.








stampa la pagina

Commenti