Dialoghi poetici coi Maestri - 38. Mariangela Gualtieri




















Adesso fa notte – fa preghiera
Apre le serrature del silenzio
fa apparire la mappa siderale
e ci inginocchia per quello spazio immenso
fra qui e l'orlo
del cominciamento
quando le spine dorsali
stanno tutte tese

(Mariangela Gualtieri - da “Senza polvere, senza peso”, Einaudi editore)



Un vento - un vento divino,
planava sulle acque,
prima dell'inizio degli inizi.
Svolazzava con ali di farfalla
su caos e abisso.
Fu - dicono - un urlo
a strappare i lembi del nulla
e a riempire di luce,
- una luce divina -
ogni possibile esistenza.

La notte mi guardo il palmo della mano.
Non c'è olio sacro tra i suoi solchi,
ma so di poter trovar rifugio
nello spazio vuoto tra le lettere.

(Sergio Daniele Donati - inedito 2022)






stampa la pagina

Commenti

Posta un commento