Mi chiedi perché (Oblivion)

"Viso sul muro"
foto di Sergio Daniele Donati
Mi chiedi perché rido
e non partecipo allo strazio
con maschera greca
o passi calcolati; da teatro Nō.
Andava pur difeso quel bambino;
qualcuno doveva pur insegnargli
un respiro non asmatico
o indicargli un possibile ascolto
del tamburo battente
in mezzo al petto.
Andava pur difeso quel bambino
e fu un vecchio Maestro a farlo
- vecchio com'è vecchio
un cinquantenne per un bambino -,
un maestro pazzo la cui risata 
separava continenti di sofferenze
tra ciglia troppo giovani
per concepire la sana lacrima.

Non chiedermi dunque perché rido;
chiediti perché ancora danzo 
questa musica di sogno
con il fumo uterino del tuo ricordo.





stampa la pagina

Commenti