Dialoghi poetici coi Maestri - 37. Francesco Scarabicchi


Da quel giorno

Da quel giorno
ogni giorno
con te parlo,
ma che dialogo muto,
che silenzio
dalla parte da cui
non viene il vento.

Tratto da
Francesco Scarabicchi - Il prato bianco
Einaudi editore (2017)


Potrei declinare, Francesco, 
in tutte le lingue conosciute
ogni lemma che si è disperso 
e diluito nel soffio
di quel dialogo evanescente.
L'assenza, lo sai, è la più ciarlona
delle presenze;
raramente tace per lasciare spazio
al sospiro; allo spettacolo del presente.

Non è il silenzio il mio problema;
al contrario, è dirsi vinti
da un nemico ectoplasmatico
che ti sussurra parole di seduzione
e poi svanisce ridendo
della mia incredula espressione.

Tu sei Maestro, Francesco
e reciti in pochi versi
i vocabolari della mia sofferenza.

Sergio Daniele Donati - inedito 2022
stampa la pagina

Commenti