In evidenza

Sequenze

Foto di Noelle Ozwald
A ben guardare sono sequenze 
aritmetiche, 
giochi di proporzioni auree,  
a regolare il volo planato
degli uccelli del presagio
e i vortici delle nostre emozioni.
Non annega il matematico
nei gorghi del sentire;
ne percorre la spirale 
fino al punto in cui il ritorno 
è movimento ineluttabile.
Sì, anche lo strappo e l'abbandono
hanno una loro geometria
che il poeta non nega
nelle sue metriche giambiche. 
Sa che esiste un noi capace di avvolgere
ogni nostro solipsismo,
e che, se qualcosa ci trafigge
- nell'ora in cui lo sguardo si volge
alla nostalgia color pruno
d'un perduto stupore -
è una lama d'ambra,
un globo che protegge
il fossile della nostra completezza. 

(Sergio Daniele Donati - Inedito 2021)




stampa la pagina

Commenti