In evidenza

Tre poesie di Sandra Manca

Le poesie vengono pubblicate
su concessione dell'autrice Sandra Manca ©
Immagini estrapolate dal web dall'autrice Sandra Manca ©
e pubblicate su sua gentile concessione


Sulla gobba del vento
di Sandra Manca 06.04.2020

Scivoli via
sulla gobba del vento
indugi incurante 
nel malinconico canto 
di sirene rapite
dal solitario tuo volo. 
La quercia che ti ha nutrito 
è rinsecchita
la processionaria ha steso 
l'oscuro suo manto
disadorna la chioma 
non è più riparo 
ai merli chiassosi. 
Lievemente 
adagiata sulla polvere 
foglia
sei l'ultimo sacrificio 
metamorfosi feconda.


Asterione (da L’Aleph di J.L. Borges)
di Sandra Manca 27.11.2020

Tutto esiste infinite volte
tranne me Asterione 
e l’intricato sole
per i corridoi di pietra corro
di me stesso immaginando l’altro
non sono un prigioniero 
le porte aperte della casa
attendono chiunque 
solitudine e quiete
s’affacci a osservare.
Un giorno arriverà il redentore 
un toro dal volto umano o chissà
e la solitudine allora 
sarà indolore.
Uno a uno cadono gli uomini
liberi dal male
deposta la corona
brilla sul bronzo il sole.
Lo sai Arianna?
E’ caduto senza difese.


Con in mano le case vuote
di Sandra Manca 04.12.2020

Con in mano le case vuote
e la solitudine
di un futuro già presente
nel deserto del silenzio
stringiamo forte al petto 
ognuno il suo esemplare 
a mala pena 
trascinando i resti 
sulla curva del destino 
e se anche il dio degli uomini 
ogni dubbio 
sembra aver smarrito
dalla bolgia del non senso
io risorgo
contrabbandiera del mio respiro.


stampa la pagina

Commenti

  1. Grazie dell'ospitalità in questo blog dai contenuti interessanti e stimolanti. È un onore per me .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'onore è sicuramente per il blog. Grazie ancora all'Autrice.

      Elimina
  2. Cara Sandra, la tua poetica è sempre più gravida di significati e di bagliori improvvisi! Bellissimo il tuo terzetto!



    RispondiElimina

Posta un commento