(Redazione) - Specchi e Labirinti - 14 APPUNTI SULLA POESIA DI VALENTINA CIURLEO (CON QUALCHE INEDITO)

 

A cura di Paola Deplano


La poesia ci piace indistinta, lieve come un gatto, enigmatica quanto basta, senza niente che pesi o posi.
A cosa accenna, allude, ammicca Valentina? Qual è il suo messaggio nella bottiglia, quello che aspetta impaziente, dopo aver varcato oceani, di esser letto?
Valentina, ti prego, con la tua poesia, dicci chi sei. Ma soprattutto, dicci chi siamo noi, oltre che ipocriti lettori, tuoi simili, tuoi fratelli.
 
Smonto singolo lamento
rituale del mio fragile senso.
Indosso lo stesso abito
quello nuovo non lo hai visto.

Ai lati della mia allucinazione.
Vagito di silenzio
stordisce cute.

La stanza colpita
per l'intera superficie.
Disarmante il senso d'impotenza
di fronte agli scompensi
uno come tanti
in mezzo alla sommossa.
__
Dimenticavo la provenienza
un fiato sospeso
e poi riconobbi gli occhi
lungo la siepe verde.
Apparenza svelata
un intendere che cuoceva Terra.

Il busto d'uomo dritto,
affiancato alla gola.
La dimenticanza abbandona
a ridosso del buio
della solitudine ancorata
al petto.


Come un falco
che si addentra
ti raccoglie
dalla vetta azzurra.
Angoli di luce
colpiti
stremati.
Il punto profondo
la voragine
l'inizio.
__
Accade alle forme veloci
quei temperamenti trascurati.
Rapidamente dalla strada libera.
Programmo da tempo una fuga.

La voglia di sogni non passa
siamo ferite che non guariscono.
Tra le fessure
delle cortine di gemme.
Uno schieramento di pelle
e occhi
da sollevarmi il fiato.
__
Una meta persiste.
Primi orizzonti esprimono.
Nel calcolo paterno, nel colore
materno.
Avete una convinzione precisa
un ornamento dentro.
Se non avessi questa strada
non sarei felice.
Continuate cari.

Note biobibliografiche
Valentina Ciurleo è nata a Roma nel 1973 dove vive e lavora.
Ha pubblicato poesie con “Poeti e Poesia” nell’opera Impronte67.
Scrive sulla rivista letteraria “La Recherche“. Suoi testi sono stati pubblicati in: “Poetarum Silva“, “Rivista il ClanDestino“, “Alma Poesia“, “Rivista Diwali Rivista Contaminata“, per citarne alcuni. Diversi suoi racconti sono stati inseriti nelle antologie della casa “Editrice Giulio Perrone Editore – ed Erudita“.

stampa la pagina

Commenti